Martedì 30 aprile 2024 si è svolta ad Orvieto una cerimonia di grande rilievo culturale e comunitario: l'inaugurazione della nuova palazzina servizi CSM e SERD, dedicata al professore Sante de Sanctis, figura emblematica nella storia della psichiatria italiana. Questo evento non solo ha segnato un momento importante per la comunità locale ma anche per il campo della salute mentale e della prevenzione.

Un omaggio a due pionieri

La cerimonia ha avuto luogo in presenza di numerose autorità e rappresentanti istituzionali. Tra gli ospiti illustri, abbiamo visto la partecipazione del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, del direttore generale dell'Azienda USL Umbria 2, dott. Piero Carsili, e di altre figure di spicco come l'eccellenza prefetto Giovanni Bruno e il vescovo di Orvieto, monsignor Gualtiero Sigismondi.

La nuova struttura non solo porta il nome di Sante de Sanctis ma ospita anche una sala riunioni intitolata al dott. Antonio Bergami, noto per il suo impegno nella prevenzione del burnout tra il personale sanitario. Questi tributi sottolineano l'impegno continuo nel campo della psichiatria e della salute mentale, celebrando le radici storiche e l'evoluzione contemporanea della disciplina.

L'Evento e gli interventi

Moderato e organizzato dal dott. Massimo Marchino, psichiatra dell'Usl Umbria 2, l'evento ha offerto una serie di interventi significativi. Tra i relatori, il dott. Augusto Pasini e la dott.ssa Sonia Biscontini hanno condiviso le loro visioni sulla priorità della salute mentale e della prevenzione nell'attuale panorama sanitario. Anche il dott. David Lazzari, presidente dell'Ordine Nazionale degli Psicologi, ha partecipato, sottolineando l'importanza dell'approccio umano nella cura psicologica.

Memorie e riflessioni

Il culmine emotivo della giornata è stato raggiunto con gli omaggi allo psichiatra Antonio Bergami, ricordato dalla moglie Paola Mazzoni per l’enorme contributo sanitario alla comunità e a Sante de Sanctis, nativo proprio di Parrano (Orvieto). Il dott. Marco Valerio de Sanctis, pronipote e presidente di Opera Sante de Sanctis e il professor Giovanni Pietro Lombardo, professore ordinario delle scienze e tecniche psicologiche presso la “Sapienza” facoltà di medicina e di psicologia di Roma, hanno offerto riflessioni profonde sul contributo della figura di Sante de Sanctis alla psicologia, psichiatria e neuropsichiatria infantile. Il suo lavoro non solo ha lasciato un'impronta indelebile nella comunità scientifica ma continua a influenzare le pratiche attuali.

L'intervento del professor Lombardo ha particolarmente colpito l'auditorio quando ha descritto l'eredità di Sante come "una ricchezza e varietà di impegno istituzionale e scientifico", enfatizzando come la sua vita e il suo lavoro continuino a essere una fonte di ispirazione per molti.

Un impegno rinnovato

Con l'inaugurazione di questa palazzina , Orvieto si conferma un centro di eccellenza nella cura della salute mentale, riaffermando con l’intitolazione  l'importanza di un approccio che integra cura, ricerca e educazione. La giornata non è stata solo un momento di ricordo, ma anche un rinnovo dell'impegno verso la salute psicofisica a livello locale e nazionale.

Opera Sante de Sanctis e tutti i partecipanti hanno espresso gratitudine e orgoglio per questo significativo passo avanti, che non solo rende omaggio a grandi figure del passato, ma si proietta anche verso il futuro della cura della salute mentale in Italia.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.